Cornell Capa

Cornell Capa nasce a Budapest da una famiglia ebrea. Nel 1936 si trasferisce a Parigi, dove il fratello Andre (Robert Capa) lavora come fotoreporter. Capa lavora come stampatore del fratello fino al 1937, poi si trasferisce a New York per entrare nella nuova agenzia fotografica Pix. Nel 1938 inizia a lavorare nella camera oscura di Life. Ben presto la sua prima testimonianza fotografica sull’Esposizione Universale di New York viene pubblicata su Picture Post.
Nel 1964, dopo aver prestato servizio nell’aeronautica statunitense, Cornell divenne fotografo dello staff di Lif. Dopo la morte del fratello, nel 1954, Capa assunse la presidenza della Magnum, carica che mantenne fino al 1960.
Capa ha realizzato uno studio empatico e pionieristico sui bambini disabili nel 1954 e si è occupato di altre questioni sociali, come la vecchiaia in America. Ha anche esplorato la propria tradizione religiosa.
Mentre lavorava per Life, Capa fece il primo di numerosi viaggi in America Latina. Questi proseguirono fino agli anni Settanta e culminarono in tre libri, tra cui Addio all’Eden (1964), uno studio sulla distruzione delle culture indigene dell’Amazzonia.
Capa ha seguito le campagne elettorali di John e Robert Kennedy, Adlai Stevenson e Nelson Rockefeller, tra gli altri. Il suo libro del 1969, New Breed on Wall Street, è stato uno studio fondamentale su una generazione di giovani imprenditori spietati, desiderosi di fare soldi e spenderli velocemente.
Nel 1974, Capa fondò l’influente International Center of Photography di New York, al quale per molti anni dedicò gran parte delle sue considerevoli energie come direttore.

OPERE

Scopri tutte le sue opere
See all

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere tutte le notizie e gli aggiornamenti via e-mail. Il servizio è completamente gratuito e potrai annullare l'iscrizione in qualsiasi momento.