Xinyi Cheng

Xinyi Cheng (1989, Wuhan, Cina) attualmente vive e lavora a Parigi. Nella pratica artistica di Cheng, riflettendo sulla vita delle persone e giocando con gli strati interni sullo sfondo, costruisce con cura scene di interazioni e intimità. Quelle scene rispecchiano il mondo interiore dei personaggi e creano ulteriormente un’esperienza sensuale per gli spettatori. I dipinti di Xinyi Cheng iniziano con le sue stesse osservazioni, che si tratti di un’interazione a cui ha assistito o di un’immagine di un film che è rimasta nella sua mente. I suoi soggetti, che spesso includono estranei, amici, animali o oggetti comuni, trasmettono un’ampia gamma di emozioni e sensazioni tra cui intimità, alienazione, tranquillità o disagio. Altrettanto vari sono i punti di riferimento del suo lavoro, tra cui le xilografie giapponesi, un dipinto del Tiepolo e un telefono visto appeso in un corridoio del Centre Pompidou di Parigi. Nelle parole di Cheng, “I miei dipinti riguardano diversi aspetti del desiderio e delle relazioni umane. Dipingo situazioni che si basano sui miei ricordi o sulla mia immaginazione”.
Il suo lavoro è stato oggetto di mostre personali presso l’Hamburger Bahnhof, Berlino, e Lafayette Anticipations, Parigi, e incluso in numerose mostre collettive, tra cui, il Palais de Tokyo, Parigi; la Società del Rinascimento, Chicago; la 13a Biennale di Shanghai; e la Bourse de Commerce, Parigi.

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere tutte le notizie e gli aggiornamenti via e-mail. Il servizio è completamente gratuito e potrai annullare l'iscrizione in qualsiasi momento.